Elenco Documenti Ufficiali

In questa sezione trovate i contributi che Istituzioni, pubbliche e private, hanno offerto nel definire la disciplina degli Enti senza scopo di lucro.

01-10-2009

CONSULTA LIBERAMENTE

Il regime fiscale degli enti non commerciali e delle ONLUS: questioni attuali (Studio n. 80-2009/T Consiglio Nazionale del Notariato)

Sommario

1. Premessa;

2. La distinzione tra enti commerciali e non commerciali;

3. Individuazione dell’ente non commerciale: problematiche applicative recenti;

4. Gli specifici regimi fiscali collegati alla qualifica di ente non commerciale;

4.1. La riduzione a metà dell’aliquota Ires;

4.2. Il regime fiscale degli enti associativi;

4.3. L’esenzione I.C.I.;

5. Il regime agevolativo ONLUS;

5.1. Soggetti e clausole statutarie;

5.2. I settori di attività;

5.3. Attività istituzionali delle ONLUS: problematiche applicative recenti;

5.4. Le attività connesse;

5.5. Attività connesse: problematiche applicative recenti;

5.6. La procedura per l’acquisizione della qualifica di ONLUS. Obblighi del contribuente, provvedimenti dell’Agenzia e controllo giurisdizionale;

5.7. Le ONLUS di diritto;

6. Le singole agevolazioni ONLUS;

6.1. Nelle imposte dirette;

6.2. Nell’Iva;

6.3. Nella imposta di registro;

6.4. Altre agevolazioni 

SCARICA PDF

31-03-2009

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS - Relazione anno 2008

Il Dossier, come di consueto, sintetizza il lavoro realizzato dall'Agenzia nel 2008 (tra cui la realizzazione della rivista Areté) e riporta i seguenti contributi di riflessione:

1) sul 5 per mille: una disciplina legislativa per razionalizzare e rendere stabile l’istituto;

2) sul Libro Verde del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali;

3) i tributi comunali e le agevolazioni per le Onlus: il banco di prova del principio di sussidiarietà;

4) la Devoluzione del patrimonio a seguito della perdita della qualifica di Onlus senza scioglimento dell’ente;

5) la possibilità di ricondurre le organizzazioni che svolgono attività di raccolta fondi e finanziamento di attività di solidarietà e utilità sociale (cd. grant making) tra le Onlus che operano nel settore della beneficenza;

6) sulla possibile equiparazione della Croce Rossa Italiana alle organizzazioni di volontariato.  

SCARICA PDF

11-02-2009

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS - Linee guida e schemi per la redazione del bilancio di esercizio degli enti non profit

Linee guida e schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti non profit
 
Indice

1. Principi generali
1.1 Obiettivi del documento
1.2 I soggetti interessati
1.3 Contenuto del bilancio
 
2  Documenti di bilancio
2.1 Stato Patrimoniale
2.2 Rendiconto Gestionale
2.3 Conto Economico Gestionale
2.4 Semplificazione per gli enti minori: rendiconto degli incassi, dei
pagamenti e situazione patrimoniale  
2.5 Nota integrativa
2.6 Relazione di missione
 
3. Criteri di valutazione
3.1 Premessa
3.2 Il patrimonio degli enti e le erogazioni liberali
3.3 La valutazione delle immobilizzazioni materiali
 
Appendice – Schemi di bilancio
Glossario  

SCARICA PDF

11-02-2009

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS Atto di indirizzo n°6 - Linee guida e schemi per la redazione dei bialnci di esercizio degli enti non profit

Atto di indirizzo ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 "Linee guida e schemi per la redazione dei bialnci di esercizio degli enti non profit"

SCARICA PDF

11-02-2009

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS Atto di indirizzo n°7 - Esenzione dal pagamento dell’imposta di registro riguardante gli atti fondativi per le Organizzazioni di Volontariato

Atto di indirizzo (ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001,  n. 329) in relazione all’"esenzione dal pagamento dell’imposta di registro riguardante gli atti fondativi per le Organizzazioni di Volontariato" 

  

SCARICA PDF

31-12-2008

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS Atto di indirizzo n°8 - Linee guida sulla gestione dei registri del volontariato

Linee guida sulla gestione dei registri del volontariato 

SCARICA PDF

31-12-2008

CONSULTA LIBERAMENTE

Proposta dell’Agenzia per le Onlus su una disciplina legislativa per razionalizzare e rendere stabile l’istituto del cinque per mille

Sommario

1.Introduzione

2. I soggetti beneficiari

3.Forme di pubblicità dell’elenco dei soggetti ammessi al beneficio

4.Validazione dei soggetti ammessi al beneficio

5.La destinazione del 5 per mille

6. Razionalizzazione del riparto del 5 per mille, in particolare in modo da non penalizzare i soggetti medio piccoli

7. Rendicontazione delle somme

8. Ruolo della Agenzia delle Onlus sulla sensibilizzazione rispetto al 5 per mille

9. Il 5 per mille di nome e di fatto. Il limite del tetto di spesa

10. La corresponsione del 5 per mille 

SCARICA PDF

07-05-2008

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS Atto di indirizzo n°5 - Devoluzione del patrimonio a seguito della perdita della qualifica di Onlus senza scioglimento

ATTO DI INDIRIZZO  (ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001, n. 329) in relazione alla "devoluzione del patrimonio a seguito della perdita della qualifica di Onlus senza scioglimento dell’ente" 

SCARICA PDF

31-03-2008

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS - Relazione anno 2007

Il Dossier oltre ad analizzare il lavoro svolto dall'Agenzia, tra cui i protocolli/convenzioni stipulati con l'Agenzia delle Entrate, l'ISTAT, l'Istituto Italiano della Donazione, la Banca Popolare Etica, evidenzia i seguenti temi di particolare interesse affrontati:
1) il riconoscimento del carattere di pubblica utilità degli scopi statutari e della attività di una Fondazione in relazione alla possibile procedura di fusione per incorporazione di altra fondazione che riveste la qualifica di Onlus;
2) la modifica dello statuto di un’associazione non riconosciuta, redatto nella forma dell’atto pubblico, operata senza ricorrere alla medesima forma solenne;
3) la distrazione di utili da parte delle onlus che investono in titoli o beni assimilati;

4) il voto per delega e il rispetto del requisito della democraticità per le Onlus, in cui l'Agenzia per le ONLUS si discosta dall'interpretazione offerta dal Ministero delle Finanze con la Circolare n.124 del 12/05/1998;

5) il tema delle strutture federative e dell’autonomia delle componenti delocalizzate, affrontato poi dalla circolare 59/E/2007 dell'Agenzia delle Entrate.


Si evidenzia inoltre la riflessione del
Professor Zamagni, Presidente dell'Agenzia, in merito alla necessità di misurare l'efficacia delle organizzazioni non profit per evitare l'autoreferenzialità, il che implica anche "che la valutazione di una OMI non può prescindere dalla sua capacità di innovare i servizi; di democratizzare  il welfare; di diffondere la cultura della gratuità; di favorire l’accumulazione del capitale sociale; di produrre beni relazionali. Una ONP che risultasse pienamente efficiente, ma scarsamente efficace, non potrebbe durare a lungo, dato che le verrebbe a mancare la legittimazione sociale". 

SCARICA PDF

31-03-2007

CONSULTA LIBERAMENTE

Agenzia per le ONLUS - Relazione anno 2006

Il Dossier oltre a sintetizzare il lavoro svolto dall'Agenzia nel corso del 2006, riporta i pareri espressi. Si segnalano in particolare i seguenti pareri:

1) la “Trasformazione” di organizzazione di volontariato in associazione di promozione sociale: quesito in merito alla sussistenza dell'obbligo di devoluzione del patrimonio di cui all'articolo 5, comma 4, della legge n. 266 del 1991;

2) la possibilità per una fondazione non riconosciuta di acquisire la qualifica di Onlus;

3) la possibilità per una Fondazione Onlus di gestire un patrimonio immobiliare e un'azienda Agraria;

4) la risposta a quesiti sulle organizzazioni di volontariato come "la possibilità per un'associazione di volontariato di gestire una scuola materna paritaria" e in merito alla necessità, o meno, che i membri del Collegio dei Probiviri di un ente senza scopo di lucro siano necessariamente soci del sodalizio;

5) la risposta al quesito relativo alla possibilità per una associazione di promozione sociale di acquisire anche la qualifica di ONLUS.


SCARICA PDF

Contatti

Siete interessati ad avere maggiori informazioni sui nostri servizi?
Non esitate a contattarci.

I nostri uffici sono presenti a:

Bologna - Sede legale ed operativa

Via S. Maria Maggiore n.1
40121 Bologna
Tel. 051/238958
Fax 051/225203

Si accede anche da Via Riva di Reno n.75/3, terzo piano, ingresso UISP Comitato Regionale Emilia Romagna

 

Reggio Emilia - Sede decentrata

c/o UISP Comitato Reggio Emilia

Via Tamburini n.5
42100 Reggio Emilia (RE)
Tel. 0522/267207
Fax: 0522/332782


Si riceve su appuntamento.

© 2016 Arsea s.r.l - via S.Maria Maggiore, 1 - 40121 Bologna - P.IVA 02223121209

Contratto       Privacy Policy